caldaia a gas sia esistente che nuova + pompa di calore per sfruttare sistema fotovoltaico

Daikin Altherma H Hybrid: il sistema ibrido per il riscaldamento intelligente Milano, 17 settembre 2019 – Altherma H Hybrid di Daikin è la soluzione ad alta efficienza ideale sia per sostituire la caldaia a gas di casa, sia per nobilitare qualsiasi caldaia esistente abbinandola alla sola pompa di calore. Il sistema non è invasivo, anzi può essere abbinato ai radiatori esistenti e non richiede nessuna opera pesante di ristrutturazione. Inoltre l’installazione è facile e poco costosa. Altherma H Hybrid di Daikin è costituito da un’unità esterna: una pompa di calore idronica da 4kW e una speciale caldaia a gas da 28 o 32 kW (metano o GPL) a doppia condensazione, sia in riscaldamento che in acqua calda sanitaria. La pompa di calore Altherma H Hybrid di Daikin, abbinata alla caldaia a condensazione Daikin, crea il sistema ibrido perfetto: 1. può funzionare in tre modalità diverse: sola caldaia, sola pompa di calore o entrambe contemporaneamente. Impostando il costo al kWh di energia elettrica e quello al m3 del gas, il sistema sceglie in automatico la modalità di funzionamento più conveniente, in base alla temperatura interna richiesta e alle temperature esterna e interna rilevate. Con questo sistema è possibile massimizzare il risparmio in bolletta ma anche scegliere un funzionamento ecosostenibile per ridurre al minimo il consumo di energia primaria e le emissioni di CO2. Così Altherma H Hybrid di Daikin assicura il comfort ideale durante la stagione invernale con una efficienza superiore del 42% rispetto a una caldaia a condensazione tradizionale. 2. utilizza fino al 60% di energia rinnovabile per riscaldare la casa, migliorandone la classe energetica, con un aumento del suo valore fino al 12%. 3. in sostituzione di una caldaia, consente di accedere al Conto Termico per un rimborso di massimo 1.300 €, direttamente sul C/C entro 2 mesi (info su www.daikincontotermico.it).

Se non è ancora il momento di sostituire la caldaia esistente, è comunque possibile nobilitarla abbinandogli la pompa di calore elettrica esterna di Daikin Altherma H Hybrid; basta un collegamento idraulico per costruire un sistema ibrido bivalente: 1. grazie a un controllo evoluto di semplice installazione, il sistema sceglie in automatico, in base ai prezzi di gas ed elettricità, quale tecnologia utilizzare (condensazione o pompa di calore); 2. il collegamento tra pompa di calore e caldaia è agevole perché il refrigerante si trova in un circuito sigillato all’interno dell’unità esterna, quindi l’abbinamento si risolve in un semplice allacciamento idraulico (all’installatore non è richiesto il possesso del patentino F-Gas). Sia che vada a sostituire completamente la caldaia esistente o che la nobiliti, il sistema ibrido realizzato con Altherma H Hybrid di Daikin permette di valorizzare appieno un impianto fotovoltaico già installato, anche fino a raggiungere l’autosufficienza. Altherma H Hybrid è anche Bluevolution, ovvero funziona con refrigerante R32: grazie al suo basso GWP (675 vs 2087,5 del tradizionale R410A) e a un’inferiore carica di refrigerante, l’R32 è molto più ecosostenibile. Infine, la pompa di calore Altherma H Hybrid di Daikin è dotata della funzione di protezione antigelo, permettendo il funzionamento fino a -15 ° C. Daikin Daikin Industries Ltd. è la multinazionale giapponese leader mondiale nei sistemi di climatizzazione e riscaldamento per applicazioni residenziali, commerciali, alberghieri e industriali, oltre che per l’intera catena del freddo nell’ambito della refrigerazione. Con più di 90 centri di produzione e oltre 67.000 dipendenti, Daikin è il Clima per la Vita in oltre 150 Paesi in tutto il mondo. Fondata nel 1924, Daikin vanta una posizione di leadership sul mercato grazie al costante impegno dell’azienda nel perseguire obiettivi di innovazione, attraverso lo sviluppo di tecnologie all’avanguardia per ciò che attiene sostenibilità, efficienza energetica e riduzione delle emissioni di CO2. Con uno sguardo sempre rivolto al futuro e allo scenario globale, Daikin è una realtà dinamica in grado di anticipare le esigenze dei consumatori e i trend in materia di design ed estetica.

Daikin è presente in Europa dal 1973 con l’obiettivo di presidiare il mercato europeo e ampliare gradualmente la propria area di competenza all’intera zona EMEA e alla Russia. Dal 2011 parte dei prodotti distribuiti da Daikin Europe NV è sviluppato presso l’EDC (Emea Development Centre) ospitato all’interno dei due poli produttivi situati in Belgio e Repubblica Ceca. Altre unità produttive si trovano in UK, Italia, Germania e Turchia. Nel 2002 nasce Daikin Air Conditioning Italy S.p.A, con tre sedi operative sul territorio nazionale. La sede principale, nella quale sono presenti tutte le funzioni direzionali della società, si trova in Via Ripamonti (MI). A Genova ha sede il Dipartimento Tecnico e di Formazione mentre Roma ospita la sede nata per essere più vicina alla realtà del centrosud. Nelle tre sedi sono dislocati gli oltre 200 dipendenti di Daikin Italy. Con i negozi “Daikin Aerotech” in franchising, una rete di installatori selezionati e centri di assistenza qualificati, Daikin Italy assicura una presenza capillare pre e post vendita alla clientela professionale e privata.





Flusso dell'energia e Salvaguardia dell’Ambiente

 

I sistemi solari fotovoltaici convertono la luce del sole in elettricità.

 

Grazie al sistema di pannelli solari fotovoltaici, i fotoni che compongono i raggi luminosi, colpendo i moduli, trasferiscono energia (elettroni) alle celle; gli elettroni cominciano a muoversi creando energia elettrica; viene poi trasformata in corrente alternata dall’inverter e risulta immediatamente  disponibile.

 

Il modulo più diffuso consiste in un pannello di pochi centimetri di spessore, la cui superficie è inferiore ai 2 m2 .I sistemi fotovoltaici sono molto duttili e si adattano facilmente alle esigenze delle aziende e delle famiglie, a seconda dei propri fabbisogni energetici.

 

L’eco-compatibilità e il risparmio energetico sono vantaggi per chi sceglie di installare un impianto fotovoltaico.

 

L’energia prodotta durante il giorno viene messa a disposizione per i consumi diurni

 

I pannelli creano      L’inverter la     il primo contatore  L’energia prodotta     l’energia in avanzo

    corrente         rende utilizzabile    la conteggia         viene consumata   (viene immessa in rete)

  La notte viene prelevata

 

 

1.   AUTOCONSUMO (1° risparmio)

 

L’energia prodotta viene direttamente consumata (oggi la comperi e col fotovoltaico in azione non la comperi più)

 

 

2.   IMMISSIONE IN RETE (sto producendo più di quanto sto consumando)

 

L’impianto sta producendo più energia di quella che stai consumando. Il contatore conteggia l’energia immessa in rete.

 

3.   PRELIEVO DALLA RETE (sto consumando più di quanto sto producendo)

 

E’ l’energia che viene usata di notte o quando l’impianto fotovoltaico non ne produce abbastanza;
Viene prelevata dalla rete elettrica e fatturata dal gestore (ad  es.  ENEL).

 

4.   SCAMBIO SUL POSTO (2° risparmio, le bollette pagate vengono rimborsate)

 

E’ un accumulatore virtuale, l’energia sovraprodotta di giorno viene utilizzata per rimborsare il costo del consumo serale.

E’ più potente di un accumulatore a batterie perché consente di utilizzare l’energia immessa in estate per rimborsare quella acquistata d’inverno (un accumulatore a batteria non potrà mai farlo).

 

  Consente di ottenere un rimborso (Bonifico) delle bollette pagate (utilizza il valore dell’energia immessa in rete).

 

 Il contributo rimborsa, oltre il valore di mercato della materia prima, anche una parte degli oneri sostenuti
 dall’utente (servizi e costi accessori).

 

 

 

 

 

 

Oltre ai vantaggi visti prima si possono sfruttare i vantaggi fiscali.

 

 

1.   DETRAZIONE FISCALE (solo per i privati)

 

Il 50% del costo dell’impianto fotovoltaico (comprensivo di installazione ed iva) viene rimborsato tramite detrazione fiscale da godere in 10 anni.

 

Una volta calcolato quanto dovreste versare come tasse sul reddito, viene tolta la cifra che l’acquisto del fotovoltaico ha generato. (metà impianto fotovoltaico fatevelo pagare dallo stato).


Nota :il 50% è valido fino al 31/12/2018; dal 1/1/2019 la detrazione scenderà al 36% (guarda il video pubblicato dall’agenzia delle entrate) (copia e incolla sul Browser https://www.youtube.com/watch?v=gm52nMFy3rQ)

 

 

2.   SUPER AMMORTAMENTO 130% (solo per le aziende)

 

Alle aziende che acquistano l’impianto fotovoltaico e che utilizzano (anche solo in parte) l’energia che producono, spetta per legge il super ammortamento del 130% in 11 anni. (acquisto un impianto che mi costa 100 e metto in ammortamento un costo di 130)

 

 

3.   FINANZIAMENTO AGEVOLATO CON LA LEGGE SABATINI (solo per le aziende)

 

E’ il contributo che il MISE riconosce alle PMI, fino al 31 dicembre 2018 per l'acquisto di beni strumentali.

Funziona con un contributo a copertura degli interessi sui finanziamenti bancari per gli investimenti.

E’ pari agli interessi calcolati sul piano di ammortamento a rate semestrali al tasso di 2,75% annuo per 5 anni.


Le PMI inoltre, che fanno domanda e rientrano nel contributo, possono richiedere che il finanziamento sia coperto dalla garanzia dello Stato, attraverso il Fondo di garanzia PMI fino all'80% del finanziamento totale.

Alle imprese che fanno domanda per acquistare i beni strumentali o acquisirli in leasing spetta:

·     Investimento coperto da un finanziamento bancario o leasing, fino all’80% dell’importo dal Fondo di garanzia PMI.

·     La durata del finanziamento è di massimo 5 anni;

·     Importo compreso tra 20.000 euro e 2 milioni di euro;

 

 

 


 
So che realizzi l’impianto fotovoltaico per l’importante vantaggio economico che porta alla tua famiglia, ma ricorda che è anche un aiuto importante per l’ambiente in cui viviamo.

 

La convenzione di Kyoto ha tracciato gli obiettivi da raggiungere entro il 2020:

 

Riduzione del 20% degli sprechi elettrici

 

Produzione del 20% del fabbisogno nazionale tramite energie rinnovabili

 

Riduzione del 20% delle immissioni di CO2 in atmosfera

  L’Italia, soprattutto grazie al Fotovoltaico ha già raggiunto questi obiettivi:

 

I nuovi ambiziosi obiettivi posti dalla comunità europea sono di abbattere ulteriormente l’emissione di CO2

 

L'Europarlamento ha votato il regolamento che prevede di tagliare del 30% nel periodo 2021-2030 le emissioni di gas serra. L'impegno italiano è -33% rispetto ai livelli del 2005.
Compartecipa anche tu alla realizzazione dell’obiettivo, cerchiamo di lasciare ai nostri figli un mondo migliore

 

Siamo sulla buona strada; nella classifica delle 22 nazioni al mondo in cui l’energia solare copre oltre l’1% dei consumi di elettricità

l’Italia è la nr 1 al mondo con un ottimo 8%

Non siamo noi a dirlo ma i francesi; dati estratti da Snapshot of global PV Markets 2016 pubblicato da IEA  (International Energy Agency) di Parigi.



 

Quanto l’energia fotovoltaica aiuti la salubrità ambientale, si misura con parametri internazionali.

 

 

 


CO2

 

L’anidride carbonica è uno dei principali gas che causano l’effetto serra.

 


Il tuo impianto fotovoltaico nei 25 anni di produzione, eviterà l’immissione in atmosfera di                

(immissioni pari a  

 

SO2

 

L’anidride solforosa è l’inquinante atmosferico per eccellenza essendo il più diffuso, uno dei più aggressivi è responsabile in gran parte del fenomeno delle piogge acide.

 


Il tuo impianto fotovoltaico eviterà l’immissione in atmosfera di

NOx

 

Gli ossidi di azoto sono prodotti durante la combustione che utilizza aria (camini, motore delle auto ... )

Aggravano le condizioni dei malati di asma, in presenza di radiazione solare possono reagire con l’ossigeno formando ozono e altri composti del cosiddetto smog fotochimico e con l’umidità atmosferica possono contribuire a formare le piogge acide.

 


Il tuo impianto eviterà l’immissione in atmosfera di

 

PM10

 

Una porzione di polveri sottili è dovuta ai processi di combustione dei motori a scoppio, impianti di riscaldamento, attività industriali, inceneritori etc...; le particelle più piccole possono raggiungere gli alveoli polmonari. Le patologie legate all’inquinamento da polveri sottili sono l’asma, le affezioni cardio-polmonari e la diminuzione delle funzionalità polmonari.

 


Il tuo fotovoltaico eviterà l’immissione in atmosfera di

 

 

Ogni cosa che facciamo è come una goccia nell’oceano,

 

ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno.

 

M. Teresa di Calcutta